Demo ARXivar
Lavora con noi

Competitività aziendale perché è importante che la tua azienda sia sostenibile

Un’azienda ecosostenibile ha a cuore gli interessi dell’ambiente e guarda al futuro. La sostenibilità si manifesta però in vari livelli.

La green economy

La Green Economy è un modello economico che mira alla riduzione dell’impatto ambientale. Un tipo di economia che si interessa anche all’ambiente. Si tratta quindi di un’economia che genera crescita, lavoro e investe per migliorare le risorse del capitale naturale da cui dipende la sopravvivenza del pianeta

In un contesto in cui i cambiamenti climatici rischiano di mettere in pericolo addirittura la sopravvivenza della specie, anche le aziende sono chiamate a fare la loro parte. La Responsabilità sociale d’impresa, Corporate social responsibility, prevede l’impegno da parte dell’azienda, in termini di etica e socialità, nell’adottare mezzi, tecnologie e azioni che impattino il meno possibile sull’ambiente.

Per fare questo, è possibile seguire le 3 P: Planet, People, Profit. Un’impresa ecosostenibile si rifà al concetto di John Elkington seconqo cui le 3 P sono le fondamenta di un’impresa ecosostenibile che pensa, progetta e agisce a livello ambientale e sociale senza perdere di vista il guadagno. Di conseguenza, vista l’importanza che la sostenibilità sta assumendo al giorno d’oggi, ogni imprenditore dovrebbe quindi imparare a considerare questi aspetti nei propri processi aziendali.

Come diventare un’azienda green?

Per mettere in pratica i principi green e di sostenibilità bisogna prima di tutto analizzare i danni ambientali reali e potenziali che un’azienda potrebbe determinare. Si tratta di problemi noti quali l’inquinamento dell’aria, il consumo di energia, o lo spreco di carta e plastica. Poi, diventa fondamentale capire come poter ridurre il proprio impatto ambientale, e l’inquinamento per puntare invece a investire in energia pulita riducendo gli sprechi, optando per il riciclo fino alla riqualificazione aziendale. Il mercato ormai ha intenzione di incentivare di più le aziende che investono nella sostenibilità.

azienda green
Competitività aziendale perché è importante che la tua azienda sia sostenibile – Foto di Pixabay

I punti principali di un’azienda ecosostenibile

Questa azienda deve aspirare a:

  • riutilizzare gli scarti;
  • ridurre al minimo l’impiego di materiali nuovi;
  • creare output che possono essere utilizzati da altri processi;
  • utilizzare la minor quantità possibile di energia e possibilmente ricavata da fonti rinnovabili.

Il tutto dipende da una strategia per produrre o fare in base a modelli aziendali sostenibili. Tutto ciò prende il nome di ecologia industriale, che dipende dall’ analisi di flussi di materiali ed energia degli interi sistemi industriali.

Le decisioni su come fabbricare e movimentare i prodotti devo impatti ambientali.no quindi mirare a ridurre l’impatto ambientale. Le aziende creano quindi prodotti “green” e “normali” ma prodotti ottimizzando al meglio le risorse.

I vantaggi di un’azienda sostenibile

Ci sono vari vantaggi per quanto riguarda la sostenibilità sociale, ovvero nel rispetto dei rapporti altrui che ha impatti positivi sulla fiducia che si avrà verso l’azienda. Una riduzione del carico porta meno perdite di talenti, meno dispendio di risorse e ottimizzazione della formazione. Lavorare con dei principi e delle regole di sostenibilità fornisce più garanzie e riduce i rischi.

Per quanto riguarda, invece, i vantaggi nel senso stretto di sostenibilità, ovvero ambientale, la scelta di pratiche a basso impatto sull’ambiente ha ricadute positive sui costi. L’efficientamento dei processi e il risparmio energetico, portano a un abbassamento notevole dei costi.

Quanto è importante l’approccio sostenibile oggi?

Ci sono due tipologie di aziende che si approcciano alla sostenibilità: le aziende pioniere, quelle che hanno subito immaginato un futuro migliore e quelle che si avvicinano a piccoli passi.

Le prime sono davvero molto poche e non arrivano al 10% del totale. La loro intraprendenza innovativa e coraggiosa è diventata una politica lungimirante grazie a una strategia calcolata che ha portato o porterà vantaggi a medio-lungo termine. La sostenibilità in questo caso fa parte del piano industriale e la fa coincidere con la gestione stessa dell’azienda.

I risultati che cominciano a vedersi sono i seguenti:

  • la riduzione dei costi;
  • il miglioramento dei processi;
  • l’aumento della reputazione;
  • il vantaggio competitivo.

L’altra tipologia di imprese sono quindi, come specificato, quelle che hanno proseguito il loro percorso verso la sostenibilità. Rispetto alle pioniere, non sono attive completamente sul campo della sostenibilità ma sono comunque presenti e cercano di migliorare le cose. Questo fa ben sperare nell’incremento dell’approccio sostenibile, quantitativo e qualitativo, per il futuro delle imprese.

Convenienza o necessità

Non basta la convenienza per spingere un’azienda verso un approccio più sostenibile. A volte anzi capita che questi benefici in termini economici e sui processi aziendali vengano compresi molto più tardi.

Spesso la richiesta di cambiamento viene direttamente dall’esterno, dai clienti o dai fornitori. Certo, non è solamente il consumatore l’unica guida dell’azione e delle decisioni delle imprese. La responsabilità sociale sta a cuore ad aziende e manager che vedono inoltre nell’adozione di politiche di sostenibilità una grande opportunità. Il cambio di azione e di prospettiva nella cultura d’impresa è sempre vantaggioso non solo in termini di guadagno ma anche di innovazione e cambiamento.

Il cambiamento, tuttavia:

  • per far sì che vengano conseguiti dei risultati di sostenibilità richiede costanza e l’attesa di tempi medio-lunghi;
  • presuppone che l’adozione di una politica di sostenibilità abbia impatti duraturi sull’organizzazione aziendale.

Nei casi in cui vi è stata subito la capacità di anticipare le richieste dei consumatori o meglio, di tradurre in realtà un bisogno inespresso o poco evidente, la sostenibilità è diventata un aspetto da non trascurare

Cosa possono fare le aziende ecosostenibili?

L’approccio di un’azienda innovativa al cambiamento permette di prendere in considerazione nuove strategie d’azione che ne migliorano inoltre la competitività e la gestione interna. Tra questi, sicuramente sono da segnalare:

1.     La digitalizzazione dei servizi

Questa è fondamentale per ogni azienda che guarda al futuro. Un brand sostenibile permette un accesso immediato degli utenti ai suoi servizi o prodotti. Il concetto di digitalizzazione e quello di accessibilità sono accomunati. Inoltre, ciò permette una riduzione dei passaggi interni aziendali più macchinosi verso azioni brevi e ridotte.

2.     La gestione efficiente dei dipendenti

Per un’azienda anche la formazione dei dipendenti diventa un vero e proprio momento complesso e di stress. Grazie all’innovazione sostenibile delle aziende, la possibilità di gestire i dipendenti in maniera più efficiente e gratificante ne migliora le performance. In un contesto economico che si muove a velocità incredibili, l’importante è stare al passo senza lasciare indietro nessuno.